Assisi 2022: il pellegrinaggio delle Quinte della primaria di Via Carcano

03 Giu Assisi 2022: il pellegrinaggio delle Quinte della primaria di Via Carcano

Per i ragazzi delle classi quinte de La Zolla di via Carcano e per gli adulti che hanno vissuto la convivenza ad Assisi è stato come veder nascere un nuovo sole, il sorgere di una semplicità del cuore che ha reso facile percepire ed accorgersi della presenza di un Altro.

Proprio come recita il canto XI del Paradiso:

“Di questa costa, là dov’ella frange

più sua rattezza, nacque al mondo un sole…

 

Seguendo la guida di Padre Angelo, in compagnia degli insegnanti, la direttrice e alcuni genitori e sotto l’egida di madonna povertà, ognuno di noi ha riscoperto chi è, spogliandosi dei suoi vecchi panni per indossarne di nuovi, guadagnando la libertà di guardare gli altri, le cose ed il mondo per quello che sono veramente; uno straordinario dono che Dio ci ha fatto.

La bellezza delle basiliche, l’amenità della natura umbra sono state lo sfondo di una più grande bellezza che abbiamo visto nascere in mezzo a noi; la compagnia unica e speciale che adulti e ragazzi possono farsi insieme, cosicché ogni gesto – dal mangiare insieme, al correre e giocare, al cantare e recitare – ha rivelato i tratti inconfondibili del fare esperienza.

Ricalcando i passi di Francesco e Chiara, ognuno ha potuto sperimentare la possibilità di una strada comune verso il medesimo destino. La santità allora è apparsa non più come una strada per pochi ma una grande “autostrada verso il cielo” dove ognuno può arrivare con il proprio unico, essenziale e – per questo imprescindibile – mezzo di locomozione: il proprio io.

 

Ecco alcune frasi dei ragazzi, di ritorno da questa meravigliosa esperienza:

Mi sono trovato davanti a una maestosità e bellezza inaudite.

Una grande emozione percorrere le strade dove ha vissuto Francesco.

Camminare sulle vie dei santi è come essere santi.

Sono stati tre giorni indimenticabili e intensi, dai racconti di Silvia e Padre Angelo ho imparato che essere poveri significa essere liberi.

Assisi, pur essendo una piccola città, è un gigantesco scrigno di storia e bellezza.

Per me Assisi è stata una grande avventura alla scoperta di me stessa.

La cosa che mi ha colpito di più ad Assisi è stato il crocefisso di San Damiano: contemplandolo mi è sembrato che parlasse anche a me.

A me Assisi è piaciuta perché conoscere la vita di Francesco e Chiara mi ha aiutato nel mio cammino di vita cristiana.

La cosa più bella che ho visto ad Assisi è stato il cielo della basilica di San Francesco, più luminoso del cielo stesso.

Ringrazio di essere stata ad Assisi perché è stata un’esperienza magnifica, durante la quale ho imparato molto, una gita che non dimenticherò mai.