Cara Tina: il ricordo della maestra Cocca

17 Set Cara Tina: il ricordo della maestra Cocca

Cara Tina,

solo un mese fa ci siamo viste, tu combattiva e piena di gioia di vivere come sempre, dovevamo rivederci e il virus ci ha allontanato, ora, sei in paradiso, lo hai raggiunto nella settimana Santa, quella settimana tanto amata da te e da noi insegnanti che tutti gli anni facevamo vivere ai bambini con gesti e proposte intense e vere.

E cosa dirti, se non ricordarmi di un lungo cammino, di un pezzo di vita trascorso insieme, come colleghe, come educatrici, come amiche, come compagne di viaggio e anche come mamme, dal momento che affidasti a me i primi anni di vita a scuola dei tuoi figli.

Per molti anni sei stata invischiata con noi educatrici, in particolar modo con Ivana, Carlina, Giovanna, Daniela, Enrica, insomma tutte quelle della prima ora, hai messo con noi le mani in pasta nel compito educativo, quanto ho imparato da te, quanti corsi ci hai proposto per migliorare sempre di più il nostro essere maestra.

Mi sono sentita e posso dire con certezza ci siamo sentite sostenute e aiutate sempre, ho spesso ripensato a questi anni trascorsi con grande gioia per tutto il cammino intrapreso, a tutta l’esperienza profondamente umana dove neppure un briciolo di sé è restato fuori.

Abbiamo imparato insieme ad avere uno sguardo appassionato, di guardare ogni bambino come “unico” ma perché insieme questo sguardo di bene lo sentivamo su di noi.

Eri sempre al passo con le nuove proposte educative che man mano si scoprivano, imparando a inserire nella vita dei bambini i percorsi psicomotori, il linguaggio e lo sguardo sull’arte, il racconto, la fiaba ecc, pur dentro i nostri limiti, ed errori, alle nostre a volte incomprensioni,  di imparare a divenire insieme un corpo unico (noi insegnanti con te), di giocarci tutti i giorni assieme con l’avvenimento che ci era dato da vivere.

E insieme abbiamo imparato a essere chiesa, a capire che il progetto non andava vissuto come gabbia e che le diversità non sono scandalo, ma ricchezza.

E la nostra, scuola, è diventata sempre piu grande perché si è arricchita giorno dopo giorno di tutti i miracoli che a tutti succedono e sono accaduti in questa lunga, meravigliosa storia e dal grande respiro che nasce da un umanità salvata che si ritrova in un’unica fede, ci abbiamo provato, dando noi stesse, dando tanto di te.

Avrei molto altro da dire e raccontare, ma una vita, non si puo raccontare, solo vivere e tu e noi l’abbiamo vissuta per molti tratti insieme, tanti volti ci sono passati accanto, tanti bambini  educati, ora sei tra le braccia del Creatore, e voglio ricordarti cosi, e quando ci incontreremo ……sarà una festa.

Ti piacevano tanto le feste

Un Grande GRAZIE

Un abbraccio grande a Giampi, a Pietro e Caterina

Con affetto COCCA

 

 

Tags: