Classi quinte in visita al Duomo

27 Set Classi quinte in visita al Duomo

Dovunque sulle guglie c’erano statue, fatte dello stesso marmo delle pareti, erano centinaia e centinaia.
Pensò ai maestri scalpellini che le avevano scolpite: uomini sconosciuti i quali qui e altrove, avevano speso la vita intera, soprattutto nel medio evo, a scolpire con pazienza, e spesso con arte mirabile, le statue delle cattedrali, anche quando sapevano che una volta issate al loro posto, nessuno avrebbe potuto ammirarle: nessuno, tranne Dio.

Da “Il cavallo rosso” di E. Corti

Giovedì 13 settembre 2012 le tre quinte per iniziare alla grande l’ultimo anno della scuola primaria di Carcano si sono recate a visitare la cattedrale di Milano: il Duomo.

Ripensando all’esperienza che hai vissuto come reagisci di fronte all’impresa della costruzione del Duomo? Cosa ti ha colpito? Perchè?

…Mi sono sentito una formica davanti al Duomo, perchè è immenso, maestoso, bello e soprattutto ricco di statue!

…Mi immagino gli scalpellini… che fatica avranno fatto!!

…Il Duomo è stato costruito non per diventare famosi, ma per lodare Dio e Maria.

…Mi hanno colpito le guglie perchè sono un’infinità, non ce n’è una uguale all’altra come noi uomini. Insieme però formano una cattedrale magnifica!

 

…Io comincerò a costruire la mia cattedrale concentrandomi di più sul lavoro di quest’anno e come hanno fatto gli scalpellini, che toglievano le pietre non precise per sistemarle, anch’io toglierò le mie pietre imprecise e cercherò di migliorarle.

Le insegnanti di quinta