Festa della Famiglia 2024: cari bambini, che cosa faceva Gesù con mamma e papà quando aveva la vostra età?

29 Gen Festa della Famiglia 2024: cari bambini, che cosa faceva Gesù con mamma e papà quando aveva la vostra età?

Da sempre gennaio si conclude con la “Festa della famiglia”: quest’anno il lavoro che i bambini hanno preparato racconta della loro casa. Come mai proprio questo simbolo?

Perché “una casa è il luogo che ti introduce alla tua corsa nel mondo”, come ci insegna Don Giussani.

Ma per celebrare questa ricorrenza speciale non c’è solo il “lavoretto”: con i nostri bambini della Scuola dell’Infanzia Gianna Beretta Molla di piazzale Brescia abbiamo fatto un percorso per arrivare insieme a festeggiare questa giornata più consapevoli di cosa rappresenta.

Come sempre ci siamo fatti guidare da don Andrea per capire il perché di questa festa e dalla nostra esperta di arte Giulia Cornacchione per osservare bene un quadro che ci aiuta a guardare alla famiglia più bella e più vera.

GLI SPUNTI DI RIFLESSIONE DI DON ANDREA

“Perché si fa questa festa della famiglia? Se vi ricordate in Avvento abbiamo visto dei quadri con la mamma e Il papà di Gesù ma non li abbiamo mai visti insieme con Gesù un po’ grande: le immagini rappresentavano solo loro due in compagnia di lui piccolino.

Ma Cristo, come ha vissuto gli anni in cui aveva la vostra età? Allora è bello ringraziare Giuseppe e Maria e pensare cosa ha fatto Gesù nella sua famiglia in tutti quegli anni: per questo motivo oggi è un giorno speciale in cui festeggiamo e ricordiamo la sua famiglia.  Vi accorgerete che alla fine la sua è proprio come tutte le nostre famiglie.

LA NOSTRA ESPERTA DI ARTE CI INSEGNA A GUARDARE IL QUADRO ASSIEME AI BAMBINI

Ci siamo lasciati alla fine del nostro percorso di Avvento con Gesù appena nato dentro alla mangiatoia. In questo dipinto di E. Murillo troviamo un Gesù un pochino cresciuto, insieme alla sua mamma Maria e al suo papà Giuseppe. I tre non si trovano più in quella stalla ma sono nella loro casa: ce lo fanno capire alcuni particolari che riguardano i mestieri e lavori in cui sono impegnati i genitori del Signore; c’è una sedia su cui è seduta Maria e dei tessuti: Maria sta cuocendo; c’è un tavolo più alto con del legno e degli strumenti da lavoro perché Giuseppe è un falegname: i due erano probabilmente impegnati nel cucire e nel lavorare il legno, ma il pittore ritrae il momento bello in cui una mamma e un papà fermano il loro lavoro per dedicarsi al bene del proprio bambino. Giuseppe lo tiene in braccio: Gesù è contento, ha le braccia spalancate e sembra voler andare verso la sua mamma, infatti anche Maria tende le braccia per prenderlo. In questa casa succede ciò che capita anche nelle nostre abitazioni, dove viviamo con le nostre famiglie.
Ciascuno di noi è impegnato a fare qualcosa: i bambini giocano, le mamme magari preparano da mangiare, lavano i vestiti, i papà finiscono di fare un lavoro… lo stesso capitava nella famiglia di Gesù. Ma il centro di ogni casa è quello che ci fa vedere il pittore attraverso la Sacra famiglia di Gesù cioè il bene, il bene di un figlio per la sua mamma e il suo papà e il bene dei genitori per il
proprio bambino. In occasione della festa della famiglia possiamo proprio chiedere a Gesù, a Maria e a San Giuseppe di portare nelle nostre case quel bene che sempre cerchiamo per le nostre famiglie, anche dentro alle fatiche, ai litigi e alle preoccupazioni.

E poi come tradizione un canto “E la vostra famiglia sia come una casa con il fuoco mai spento… e la porta mai chiusa!” Buona festa della famiglia a ciascuno di voi!