L’Iliade secondo gli alunni di 1^B delle medie di Piazzale Brescia

14 Feb L’Iliade secondo gli alunni di 1^B delle medie di Piazzale Brescia

Quando dopo mesi di intenso lavoro, le parole prendono vita  e si diffondono nella classe venendo declamate con nuova consapevolezza, ci si accorge allora di tutti i traguardi raggiunti!

Una lingua, quella dell’epica, all’apparenza lontana e difficile, è diventata, attraverso la memoria e la recitazione, possibilità di incontro con grandi eroi del passato.

Eroi che, pur vivendo tempi molto lontani dai nostri, ci hanno permesso di riflettere su sentimenti e dinamiche a noi familiari. È il caso del litigio tra Achille e Agamennone, scatenato nel cuore del primo libro dell’Iliade, che ha portato alla luce cosa voglia dire essere colpiti nel vivo dei propri sentimenti, subire un’ingiustizia e dover scegliere il sentimento a cui dar spazio per reagire.

Sono queste solo alcune delle tematiche sollevate durante la lettura e la recitazione della grande opera omerica con le quali ci siamo confrontati, immedesimandoci in quei personaggi, per poterle comprendere meglio.

È proprio vero, dunque, che “scommettere sui classici significa pensare che abbiano ancora qualcosa da dirci” (L. Serianni).
Non ci resta quindi che riascoltare queste parole “vive” attraverso la voce dei ragazzi di prima!

Clicca qui  per vedere Agamennone e Achille, gli animi si infiammano (Iliade, Libro I, vv. 135-250)