La proposta del Dona Cibo all’infanzia per imparare l’attenzione verso chi ha più bisogno

  • La Zolla infanzia

13 Apr La proposta del Dona Cibo all’infanzia per imparare l’attenzione verso chi ha più bisogno

Come gesto per educarci a vivere l’attenzione e l’aiuto verso chi ha più bisogno, in occasione della Quaresima abbiamo proposto a tutti i nostri bimbi di andare a fare la spesa con mamma e papà e portare a scuola del cibo da donare alle famiglie bisognose della nostra zona, tramite la rete del Banco di Solidarietà.

E’ stata un’occasione semplice, dove abbiamo scoperto che i poveri sono anche tra noi, nella nostra città e non solo nei paesi lontani come l’Africa.

Alcuni bimbi hanno anche fatto dei piccoli sacrifici per acquistare i generi di prima necessità, come rinunciare a mangiare il gelato per una settimana.

Alcune mamme della scuola che collaborano con il Banco di solidarietà hanno fatto riferimento al miracolo dei pani e dei pesci, raccontato dalle insegnanti e hanno spiegato che donare a chi ha meno di noi e incontrare queste famiglie bisognose ci aiuta a capire che è Dio che ci dona tutto quello che abbiamo e lo riscopriamo nella condivisione quotidiana tra di noi e con chi ha più bisogno.

Così nella settimana della raccolta sono arrivati tanti sacchetti della spesa, che hanno riempito gli scatoloni appositamente preparati di ogni genere di alimenti: biscotti, marmellata, latte, pasta, riso, omogeneizzati e tanto altro portati con cura dai bambini, consapevoli che questo gesto renderà più felici anche altri bambini e altre famiglie.

Una bambina, alla fine della raccolta, con gli alimenti ben impacchettati e chiusi negli scatoloni ha chiesto alle mamme del Banco di solidarietà: “Tornerete a raccontarci se le famiglie a cui porterete i nostri doni saranno veramente un po’ più felici?”

Promesso, le mamme torneranno a raccontare: non si può disattendere una domanda così importante e pertinente!