Le quarte di piazzale Brescia alla scoperta dell’Oriente

04 Feb Le quarte di piazzale Brescia alla scoperta dell’Oriente

Iniziamo il nuovo anno con le classi quarte andando in visita alla mostra “Impressioni d’Oriente” al MUDEC.

Ci accoglie un paravento in legno giapponese della seconda metà dell’800 dipinto con dei fenicotteri rosa in uno stagno che fa da sipario tra due mondi: quello che ci siamo lasciati alle spalle e quello che incontreremo, conosceremo e che ci affascinerà all’interno.

A narrarcelo saranno oggetti curiosi come ceramiche, bruciaprofumi in bronzo, Kimoni, ventagli, stampe, le stesse che circolavano nelle esposizioni nazionali di Parigi a partire dal 1854, quando i porti di Tokyo si aprono alle flotte delle “navi nere” americane.

Da allora l’Oriente, i suoi usi, costumi e tradizioni si diffondono e influenzano il mondo occidentale introducendo nuove tecniche in pittura. Gli artisti del tempo, soprattutto impressionisti come Van Gogh e Gauguin, modificarono la loro arte lasciando entrare nella tela mondi eleganti ed esotici, pennellate piatte, colori molto accesi dai contorni ben definiti.

Dopo aver osservato i bozzetti per ventagli di artisti francesi, a scuola abbiamo provato a riprodurre degli scorci di natura suggeriti dalle stampe giapponesi e dai paraventi.

Questo lavoro ci ha aiutati a cogliere e a riprodurre, con attenzione ai singoli particolari, piante e animali che stiamo imparando a conoscere attraverso lo studio delle scienze.

La visita a questa mostra è stata un’occasione per riflettere sul fatto che ancora ai giorni nostri, e in particolar modo nella nostra città, la presenza della cultura orientale ha arricchito i nostri usi e costumi.

Tags: