L’Orto della scuola dell’Infanzia di Piazzale Brescia

12 Nov L’Orto della scuola dell’Infanzia di Piazzale Brescia

“Laudato si mi Signore, per sorella madre terra, ci alimenta e ci sostiene…”

Queste parole le cantiamo con i bambini da tanti anni e quest’anno è accaduto che un nonno, sentendoci, ci ha proposto di fare l’orto per rendere ancor più significativo il canto, per rendere ogni bambino più consapevole dei doni che dalla terra riceviamo e per scoprire quanta pazienza e cura sono necessari per coltivare.

Un pezzetto del nostro giardino è stato così trasformato dal nonno giardiniere in orto ed è iniziato il progetto “QUANTI DONI NEL NOSTRO ORTO”. Nonno Giancarlo ci accompagnerà in questa bella impresa.

Vi raccontiamo tutto dall’inizio …

Nonno Giancarlo ha preparato le varie aiuole, dividendole in quattro settori, tanti quante le nostre classi. In ogni settore ha preparato i buchi nel terreno per poi poter inserire le piantine. Per spianare la terra ha utilizzato il rastrello e per fare i buchi nel terreno ha impiegato una paletta di ferro. Questa preparazione è stata dai bambini osservata.

orto brescia (3)

Poi ogni gruppo di bambini, agricoltori in erba, come nonno Giancarlo ci chiama, ha concimato la terra… cioè ha arricchito la terra per far crescere meglio le verdure. Quasi tutti i bambini sapevano che il concime biologico non è altro che il letame o meglio la cacca delle mucche e degli altri animali da stalla…una scoperta possiamo dire divertente!

Infine ogni gruppo di piccoli agricoltori ha scelto la piantina da interrare tra quelle presenti e cioè:

– cavolo verza rosso (crauto rosso)

– cavolo verza bianco (crauto bianco)

– cavolo verza riccio (verza)

Ogni bambino ha inserito la piantina da lui scelta nel buco, con le proprie mani ha coperto di terra le radici e ha schiacciato con forza la terra attorno alle radici lasciando le foglie fuori dalla terra. Per aiutare la crescita delle piantine abbiamo con l’innaffiatoio bagnato le piantine appena inserite nel terreno; poca acqua perché in autunno fa freddo e se l’acqua ghiaccia può far morire le nostre piantine.

IMG_4816brescia

IMG_4814 brescia

orto brescia 5

orto brescia 4

Alla fine, dopo che anche le maestre avevano piantato la loro piantina, nonno Giancarlo con il rastrello ha livellato per bene la terra attorno alle piantine e ci siamo impegnati ad annaffiare le nostre piantine almeno una volta alla settimana tenendo ben in mente che se piove non serve. Prima di rientrare in classe è stato distribuito ad ogni bambino un bastoncino ed un cartoncino che poi i bambini grandi hanno trasformato in un cartellino personalizzato.

orto brescia infanzia

Nel cartellino abbiamo scritto il tipo di piantina da noi piantato, il nostro nome e il giorno in cui abbiamo effettuato il lavoro. Ora con cura ci occupiamo dell’orto mantenendolo in ordine e osservando la crescita delle piantine ma soprattutto attendiamo di poter effettuare in primavera la semina di altre verdure: insalata, pomodori, rapanelli, peperoni, basilico, zucchine, carote…quanti doni!

orto brescia infanzia