“Portare a tutti la Luce di Gesù”: arrivano i Magi alla scuola dell’Infanzia di Piazzale Brescia

12 Gen “Portare a tutti la Luce di Gesù”: arrivano i Magi alla scuola dell’Infanzia di Piazzale Brescia

Martedì 9 gennaio 2024 alla Scuola dell’Infanzia Santa Gianna Beretta Molla sono arrivati i Re
Magi, grazie ad una drammatizzazione inscenata dai bambini e dalla maestra Francesca.
Ripercorriamo le tappe di questa piccola sorpresa preparata per loro.

Il salone buio e la stella cometa
A metà mattina, tutti i bambini sono stati accompagnati dalle loro maestre in salone per una
sorpresa: la stanza era tutta buia e sul muro c’era proiettata una stella.
Al centro della sala troneggiava una seggiola, l’unico elemento illuminato della stanza, mentre
sui divani erano appoggiati dei misteriosi vestiti. Dopo aver fatto accomodare i bambini in
silenzio, da una porta è entrata la maestra Francesca, vestita in maniera molto particolare:
indossava infatti una tunica di velluto tempestata di pietre preziose. Si è seduta sulla sedia e
ha iniziato a leggere questo racconto, “Hai visto la stella?” (Ancora Edizioni).

Per dare vita a questa storia c’è bisogno di voi
Dopo aver letto due pagine, ha detto ai bambini: “per animare a questo racconto c’è bisogno
del vostro aiuto”. I piccoli quindi sono stati coinvolti nella drammatizzazione della storia:
indossando i vestiti depositati sul divano, una bambina si è travestita da stella cometa; sono
stati poi scelti tre  bambini per impersonare i re Magi a cui sono stati affidati i tre doni per
Gesù bambino. Non sono mancati neanche due coraggiosi che sono stati travestiti da
cammelli. I tre Magi sono poi arrivati davanti alla culla di Gesù, dove si sono inginocchiati e
hanno lasciato i loro doni. Al termine di questa drammatizzazione, la direttrice Annalisa ha
raccontato a loro il perché di tutto questo. “Ho spiegato ai bambini che noi abbiamo letto un
libro ma questa storia realmente accaduta, si trova nel Vangelo, e ho proposto loro di
ascoltare la lettura del brano originale”.

Un dono (d’oro) per tutti
“Come ultimo gesto ho fatto apparire una scatola d’oro con dentro una sorpresa golosa: dei
cioccolatini a forma di moneta d’oro” racconta la direttrice. “Ho spiegato ai bambini che i Magi
sono andati da Gesù e sono ripartiti con il cuore pieno di gioia: Gesù è un dono per le nostre
vite e per questo anche loro hanno ricevuto un dono”.

Annalisa, una domanda ma perché tutta questa fatica organizzativa?
(Sorride) “Mi sono lasciata ispirare da questa frase del Papa, pronunciata il giorno
dell’Epifania: «chiediamo la grazia di non perdere mai il coraggio: il coraggio di essere
cercatori di Dio, uomini di speranza, intrepidi sognatori che scrutano il cielo e camminano
sulle strade del mondo per portare a tutti la luce di Cristo, che illumina ogni uomo». Ho voluto
che anche ai bambini e alle loro famiglie, tramite un biglietto da portare a casa, arrivasse
questa luce”.